Previdenza Flash

Published on giugno 1st, 2015 | by Paolo Zani

0

Sblocco perequazione, ma non per tutti! decreto n° 65 del 21 maggio 2015

Ritorniamo, ancora una volta, sulla questione sollevata dalla sentenza della Corte Costituzionale n° 70 del 2015 e avente per oggetto il blocco della perequazione automatica introdotto dalla legge n° 214/2011 (Legge Monti-Fornero).
Come già detto,  il Governo ha cercato di dare attuazione alla sentenza della Corte Costituzionale con un decreto, il n° 65/2015, che, di fatto, ha riscritto tutto il comma 25 dell’art. 24 della legge n° 214/2011, comma che era stato dichiarato illegittimo e, quindi, inapplicabile.
Da una lettura approfondita del decreto si può affermare che , nella migliore tradizione popolare veneta, forse,

                                                 “L’è peso el tacon del buso”

è peggio la toppa del buco, per dire che a volte si fa peggio a cercare di migliorare una gaffe/un errore piuttosto che lasciar correre.
Ma in questo caso la cosa non è casuale ma certamente voluta.
In questo numero di Previdenza Flash, cerchiamo di approfondire questa tematica augurandoci che le nostre conclusioni siano errate altrimenti si realizzerebbe la beffa di un gran numero di pensionati che speravano in un aumento più o meno cospicuo della propria pensione che, invece, se la vedranno addirittura diminuire.
Vogliamo solo sollevare la questione che ad oggi è passata sotto silenzio.

Potrete trovare un approfondimento  nel n° 124 bis di Previdenza Flash
Tutti i numeri di Previdenza Flash li trovate alla voce qui.

Tags: ,



Comments are closed.

Back to Top ↑